lunedì 30 marzo 2009

Lettere e contraddizioni

Un compagno attivo o passivo?
Per anni ho sognato e sperato di trovare una persona che fosse collaborativa in casa.
Non intendo collaborativa semplicemente nel lavoro, riordinare, gestire, pulire... ma qualcuno che partecipi attivamente alle scelte delle cose di tutti i giorni.
Cosa e come cucinare, che piatti usare, che quadro appendere, che piantine sistemare sul terrazzo, il tipo di fantasia per i cuscini sulle sedie, il colore di una candela, il portasapone o il portaspazzolini per il bagno, scegliere assieme una tovaglia nuova, un copriletto.
Cerca che ti cerca... (a dire il vero nemmeno molto per fortuna), ho trovato una persona così, ho trovato il mio compagno di mille avventure.
Cuciniamo assieme (a volte addirittura più lui), scegliamo assieme tutto, e ora che stiamo di giorno in giorno creando la nostra nuova casa mi rendo conto che le scelte condivise sono ancora più sentite, più godute e fortunamente finora tutte in completo accordo.

Una mattina passeggiando per le vie del centro, in una vetrina ho viste esposte le lettere in legno da arredo... sono mesi che le vedo in fotografate in alcuni blog, mesi che fantastico sul dove sistemarle.


Ho tratto da alcuni blog sotto citati alcuni esempi:
Immagini tratte da seifengarten.blogspot.com

Immagine tratta da biskopsgarden.blogspot.com


L. :"che dici ne prendiamo un paio di sistemare su una mensola?"
M.:"No dai, non mi piacciono proprio! Altre cose da spostare quando c'è da spolverare?"
L.:"Ma dici sul serio? Non ti piacciono?"
M.:"Sul serio, non mi piacciono"
L.: "Uffi! Ma perchè non fai parte di quell'ampia fetta di uomini che NONGLIENEIMPORTAUNTUBO di cosa mette una donna in casa?!"

on air: "Don't Think Twice, It's All Right" - Bob Dylan

9 commenti:

Claudia ha detto...

Ah ah ah... carina questa....!!!!
Sai che abbiamo veramente tante, ma tante, ma tante cose in comune?
Anche mio marito è uno di quegli uomini attivi!
Quasi da invidiare... come mi dicono molte amiche! Cucina, lava, rassetta, fa la spesa, i giri per casa... insomma di tutto e di più e noi adoriamo fare le cose in comune...
Chissà quanti ce li invidieranno.... ma se ci avranno scelto un motivo pur ci sarà no?
Un bacio grande grande.....

Laura ha detto...

Mio marito fa parte di "quell'ampia fetta di uomini", e fino adesso me ne dispiaceva un po'. Ma dopo aver letto il tuo post, ne sono quasi contenta.
P.S.
Anch'io, se ricordi, adoro le lettere in legno, quindi capisco la tua delusione.

S t E ha detto...

:D
come si dice? Hai vouto la bicicletta? Adesso pedala...

ps: mal comune mezzo gaudio. Ho sorriso leggendo questo blog... figurati che io e Marco riusciamo a discutere pure sulle pulizie di casa!! :D

LaGolosastra ha detto...

sarà mica quello che chiamano "il rovescio della medaglia"?
Và, consolati... io devo arrangiarmi in tutto e per tutto (dalle bollette alla scelta del copriletto) e poi magari ha il coraggio di criticare un tappeto che non gli garba!

Psssst - e se qualcuno ve le regalasse le lettere? Eh, mica si può rifiutare un regalo, no?

miniordine ha detto...

Ahhh, qui il commento è d'obbligo: le vere donne FASTIDIOSE vogliono "ovo, galina e cul caldo"!!!
Consiglio di condividere quasi tutto nella casa nuova, e poi lasciare un angolino a ciascuno... nel mio io ci metterei... NIENTE! ;)

livi ha detto...

quanto tempo...... :o) livi

Chantilly ha detto...

sono assolutamente d'accordo sul fatto di evitare qualsiasi oggetto da spolverare.
lascerei tutto nudo.
io ed il mio uomo non abbiamo li stessi gusti (io dico che lui non ne ha affatto, hihihi, pardon) non ci troviamo proprio in quel senso (e in tanti altri ma sorvogliamo...!) allora le ho promesso che se mai avremo una casa e la possibilità di arredarla, lo spedisco in india per 2 mesi, arredo tutto io ma le lascio una stanza per lui ed il suo disordine, che se ne occupi da solo!
sembra veramente un brutto quadro della mia copia... ma non è cosi dramatico! giuro!

blunotte ha detto...

ecco pure io da qualche anno odio quelle cose che sono solo da spolverare e ..........ritengo indispensabile che si partecipi insieme alle scelte, anche le piu' stupide, anche se riguardano solo uno dei due, la decisione io adoro che sia di entrambi!
Poi io magari sono unc aso a parte e senza di lui non compro o non faccio proprio nulla nulla, ma è bello così e a me piace così.

Elisa Stocco ha detto...

Sono d'accordo con tutti e due:
odio spostare gingilli e spolverare...
ma quelle lettere di legno sono davvero stupende. In che negozio le hai viste?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails